Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

CMS - Convention on the Conservation of Migratory Species of Wild Animals

Stralcio dal sito :

The Memorandum of Understanding (MOU) on the Conservation of Migratory Sharks is the first global instrument for the conservation of migratory species of sharks. Sharks are under serious threat around the globe. In accordance with recent scientific studies (Worm et al. 2013) the number of sharks being killed every year ranges between 63 and 273 million individuals.
The MOU is a legally non-binding international instrument. It aims to achieve and maintain a favourable conservation status for migratory sharks based on the best available scientific information and taking into account the socio-economic value of these species for the people in various countries.
Currently seven species of sharks are listed in Annex I of the MOU:



​Basking Shark (Cetorhinus maximus) Great White Shark (Carcharodon carcharias)Longfin Mako Shark (Isurus paucus)Porbeagle (Lamna nasus)Shortfin Mako Shark (Isurus oxyrinchus)Spiny Dogfish (Squalus acanthias)Whale Shark (Rhincodon typus…

Conservazione dello Squalo Bianco

Immagine
La Convenzione sulla conservazione delle specie migratorie appartenenti alla fauna selvatica (Conservation of migratory species of wild animals) ha incluso anche il Grande Squalo Bianco nelle appendici CMS I e II.



Carcharodon carcharias

Immagine
Fu Linnaeus (1758) ad assegnare al Grande Squalo Bianco la definizione scientifica, Carcharodon carcharias, ancora oggi in uso per contraddistinguere il più grande pesce predatore del pianeta.




Uno degli scatti della spedizione in Sudafrica di quest'anno tra i premiati dal National Geographic

Immagine
Sharkbushfotografia di Armando Santoro
Foto scattata nelle fredde acque Atlantiche, accerchiato da squali bianchi, delfini e gabbiani del capo. Basta alzare lo sguardo per vedere la costa dalla splendida Dyer Island, continuare a girare il capo e scorgere fino a perdita di vista l'immensa Africa. Kleinbaai - South Africa (testo di Armando Santoro) Armando, studente dell'Unical, ha partecipato alla XII spedizione di ricerca sul Grande Squalo Bianco, organizzata dal Centro Studi Squali di Massa Marittima, lo scorso aprile.

Per la conservazione degli squali è importante l'identificazione e la tutela delle zone di "Nursery"

Immagine
La sopravvivenza degli squali in tutto il mondo è in difficoltà per l'ignoranza, la paura, e lo sfruttamento diretto e indiretto (legale e illegale). I dati raccolti dagli studiosi evidenziano una popolazione in netta diminuzione. Nonostante questo stato di cose preoccupante per l'ecosistema dobbiamo nell'insieme rilevare anche un dato positivo rappresentato dalla crescente mobilitazione dell'opinione pubblica sul tema. Il merito di questa nuova tendenza deve essere attribuito  in gran parte all'impegno dei biologi studiosi di squali.
La preoccupazione per le popolazioni di squali in declino ha portato ad un intenso interesse per la loro conservazione e gestione. A causa della difficoltà di gestire la popolazione di squali adulti, l'attenzione ricade sulla popolazione giovane ed in particolare sulle "nursey", di crescita, che si sviluppano lungo le zone costiere.
Gli studi hanno portato all'identificazione di criteri stringenti per l'identific…

La biodiversità vista dal web ....

Immagine
Abbiamo cercato sul web del materiale interessante sui temi della biodiversità e i cambiamenti climatici, temi affrontati anche da Papa Francesco nel "Laudato Si" che sembrano riprendere vigore e raggiungere l'attenzione dell'opinione pubblica mondiale. Vi proponiamo alcuni articoli allegandovi i link su questo post:

National commitment to conservation brings biodiversity benefits
Global warming deniers are an endangered species
Climate change conference in Paris later this year is of global importance
New study warns of dangerous climate change risks to the Earth's Oceans
A year of action

Pubblichiamo inoltre il link al sito delle Nazioni Unite dedicato alle proposte fin qui depositate dagli Stati per arrestare il Cambiamento Climatico. La conferenza si terrà a Bonn dal 31 agosto al 4 settembre p.v.







Le parole del Papa in "Laudato Si" sui cambiamenti climatici non sono rimaste senza ascolto

Immagine
In uno dei nostri ultimi post, abbiamo voluto citare Papa Francesco e l'enciclica "Laudato Si". Un testo che ci ha profondamente colpiti per il forte richiamo del Santo Padre a ripensare un'economia mondiale che oggi sfrutta i poveri e danneggia la terra.
La risposta a quel monito giunge da 60 sindaci provenienti da ogni parte della Terra per discutere, alla conferenza di due giorni al Vaticano, il loro ruolo nella lotta al cambiamento climatico.

We are called here to take ‘Laudato Si’ and give it life, to systematically address the dangers of climate change with every tool we have"....
("Siamo chiamati qui per prendere 'Laudato Si' e dargli vita, per affrontare in modo sistematico i pericoli del cambiamento climatico con tutti gli strumenti che abbiamo") queste le parole del Sindaco di New York, Bill de Blasio, in Vaticano Martedì scorso.

L'articolo che vi proponiamo, al riguardo, si intitola:
Arma segreta nella lotta contro il cambiamento…

Salvaguardare il mondo marino garantisce il nostro futuro e quello delle generazioni a venire

Immagine
Tutti gli squali, inclusi i Bianchi, sono in pericolo di estinzione a causa delle attività umane, ne citiamo alcune:
- il “finning”(una pratica non sostenibile perché non solo è dannosa per la sopravvivenza degli squali ma anche per gli ecosistemi stessi);   - la possibilità di finire catturati nelle reti da pesca; - l'inquinamento dei mari, il pericolo più grande.
Il Grande Squalo Bianco, che occupa la parte superiore della catena alimentare, svolge un ruolo importante per la salute degli oceani. La sua estinzione potrebbe indebolire l'intera catena alimentare e produrre un impatto negativo sull'intero ecosistema.  Gli squali sono animali longevi, maturano tardi, e producono pochi giovani e ciò li rende particolarmente vulnerabili allo sfruttamento.
Il Centro Studi Squali di Massa Marittima (GR) interamente costituito da volontari è una fra le organizzazioni nate allo scopo di operare per la conservazione dello squalo e focalizzato sulla ricerca per aiutare a meglio comprendere…

Istituto Oceanografico di Parigi, Novembre 2014 - da youtube la versione integrale della conferenza : I grandi squali bianchi del Mediterraneo

Immagine
IT - La versione integrale della conferenza tenuta all'Istituto Oceanografico di Parigi, Novembre 2014, dal Coordinatore del Centro Studi Squali PhD Primo Micarelli, in collaborazione con François Sarano biologo ex-membro dell'Equipe Cousteau. 
Titolo della serata "I grandi Squali bianchi del Mediterraneo"
Durante la serata presentata dalla Curatrice dell'Acquario di Montecarlo e Responsabile all'Istituto Oceanografico, Nadia Ounais, alla presenza di circa 500 persone, sono state elencate le attività del Centro Studi Squali, dei suoi collaboratori e delle Università che insieme svolgono un'importante attività di ricerca e conservazione sugli squali ed in particolare sullo Squalo bianco, attività conosciute ed apprezzate più all'estero che in Italia.

EN - A full lecture of the conference held at the Oceanographic Institute of Paris, in November 2014, by PhD Primo Micarelli, Coordinator of the Sharks Research Center, in collaboration with François Sarano, …

Simone Rizzuto e la passione per il Great White Shark-Simone sta effettuando il dottorato di ricerca all'Università di Stellenbosch in Sudafrica

Immagine
Abbiamo raccolto questa intervista/racconto rilasciata dal dottor Simone Rizzuto. Prima di rispondere alle nostre domande Simone ci ricorda il percorso di studio che lo ha portato ad effettuare attività di ricerca sul grandesqualo bianco in un paese il Sudafrica così lontano dal Nostro Continente.  Sono sempre rimasto affascinato dall’ambiente marino, specialmente dai grandi predatori come gli squali. Per questa ragione sono cresciuto con la convinzione di poter fare qualcosa per la salvaguardia dell’ambiente marino, minacciato da tutte le attività antropiche, (come l’inquinamento o l’overfishing)  che, tristemente, ne stanno compromettendo la salute. Per questo, dopo aver completato le scuole superiori pressoil Liceo Scientifico A. Volta di Colle val d’elsa (Si), ho deciso di iscrivermi nel 2006 al corso di laurea in Scienze Biologiche presso l’Università di Siena.  Nell’ultimo anno della triennale ho scelto di spendere il mio tirocinio presso il laboratorio della Dr.ssa Marsili, dove …

Un monito dal Papa sulla perdita della biodiversità che proponiamo per una riflessione e un comune impegno

Immagine
L'attenzione del Papa, nell'enciclica sulla cura della casa comune, posta sul tema della "perdita della biodiversità" e' un monito autorevole che tutti coloro che, come noi, da tempo cercano di sensibilizzare l'opinione pubblica ad impegnarsi a difesa e al rispetto delle risorse che la Terra ci offre dobbiamo non soltanto ascoltare, ma riuscire con tutti gli sforzi possibili a rendere possibile.
Sono le stesse parole del Papa a ricordarci quanto l'impegno della società civile sia fondamentale nella salvaguardia del pianeta. Ne riportiamo un breve estratto: "E' lodevole l'impegno di organismi internazionali e di organizzazioni della società civile che sensibilizzano le popolazioni e cooperano in modo critico, anche utilizzando legittimi meccanismi di pressione, affinché ogni governo adempia il proprio e non delegabile dovere di preservare l'ambiente e le risorse naturali del proprio Paese, senza vendersi a ambigui interessi locali o interna…

I volontari del Centro Studi Squali - il fotografo di pinne dorsali, una figura fondamentale

Immagine
Una delle figure fondamentali fra i volontari del Centro Studi Squali è quella rappresentata dal "fotografo" di Pinne Dorsali.
Come abbiamo più volte scritto, nei post precedenti, fotografare le Pinne Dorsali degli squali Bianchi è come prendere la nostra impronta digitale. Riuscire ad immortalare una pinna è funzionale, quindi, al riconoscimento dell'esemplare da studiare. Non sempre però la navigazione nelle acque di fronte alle coste di Gansbaai, la capitale mondiale del Grande Squalo Bianco, rende semplice questa operazione ciò nonostante i volontari del Centro Studi Squali con impegno, dedizione ed una grande passione riescono sempre ad assolvere al meglio l'incarico a loro assegnato.
Una galleria fotografica è dedicata dal Centro Studi Squali ai volontari dell'ultima spedizione in Sudafrica, e a quelli che li hanno preceduti nelle edizioni precedenti, a tiolo di ringraziamento per il prezioso contributo che il loro lavoro produce sui risultati della ricerca…

Una magnifica sequenza fotografica realizzata dai volontari del CSS lo scorso aprile in Sudafrica

Immagine
Una sequenza di foto immortala un magnifico esemplare di Squalo Bianco. Questi bellissimi scatti sono stati realizzati da Enrico Rabboni, volontario del Centro Studi Squali, ad aprile scorso durante una delle uscite in barca della XII Spedizione del CSS.