CREDI ALLA FORZA DEI TUOI SOGNI E LORO DIVENTERANNO REALTA'

CREDI ALLA FORZA DEI TUOI SOGNI E LORO DIVENTERANNO REALTA' (cit. BAMBAREN)

D.TRIPI, P. MICARELLI
Mi chiamo Damiano Daniele Tripi. Sono laureato in Giurisprudenza, Economia e Commercio e Scienze della Sicurezza Economica Finanziaria. Sono stato ufficiale della Guardia di Finanza ed attualmente sono un dirigente della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob). Gli studi universitari sono stati "condizionati" dall'attività professionale intrapresa,ma in cuor mio ho sempre accarezzato il sogno di "respirare" sotto la superficie del mare. Il tutto è iniziato da ragazzo guardando i documentari del grande Jacques-Yves Cousteau. Nel 1977, in Sardegna, ho conseguito il primo brevetto ed è così iniziata la mia carriera di subacqueo. PADI, CMAS e SSI sono le diverse didattiche che mi hanno visto muovere i primi passi per arrivare poi ad essere un Divecon Instructor SSI(DCSI).

Ho iniziato a girare il mondo: Mar Rosso, Tunisia, Maldive, Messico, Mauritius, Tanzania, Kenia, Fiji. Il colpo di fulmine è stato alle Maldive, il mio primo squalo: un piccolo pinna bianca. Non riesco ancora oggi a trovare le parole per descrivere appieno l'emozione provata. Da quel momento tutti i viaggi subacquei avevano un solo scopo, vedere e documentare( nel frattempo mi sono appassionato alla fotografia ed alle riprese) gli squali. Pinna bianca, nutrice, grigi, volpe, leopardo, martello, leuca, longimano, tigre, visti fotografati e filmati, ma mancava LUI, il grande squalo bianco.

IL SOGNO E' DIVENTATO REALTA'



Fine febbraio inizi marzo 2018, navigando su internet alla ricerca di viaggi organizzati per "vedere" lo squalo bianco, mi imbatto sul sito del Centro Studi Squali di Massa Marittima ed inizio a leggere i resoconti delle spedizioni scientifiche concluse negli anni precedenti, ma soprattutto che era in corso di definizione la XV spedizione scientifica a Mosselbaai, Sudafrica, sullo squalo bianco. Ho cominciato a leggere tutte le informazioni su detta spedizione. Preso dall'entusiasmo ho contattato il Dott Primo Micarelli chiedendo ulteriori informazioni e che cosa avrei dovuto fare per poter eventualmente partecipare alla spedizione.

Durante la telefonata, il dr. Micarelli ha sottolineato che si trattava di spedizione scientifica e non di viaggio vacanza, che le attività sarebbero state dirette alla raccolta di dati attraverso la compilazione di apposite schede, che i partecipanti erano per la maggior parte studenti universitari, ma anche appassionati di squali. 

Mi ha detto di compilare la scheda di adesione in tutte le sue parti e di inviarla via mail. Al più presto avrei avuto notizie.

Non ricordo quanti giorni sono passati, quotidianamente controllavo la posta finchè non è arrivata la mail con la quale mi comunicava che ero inserito nell'elenco dei partecipanti.

FINALMENTE SIAMO PARTITI PER MOSSEL BAY
TEAM SPEDIZIONE MOSSELBAAI 2018





Trovarsi in gabbia a tu per tu con LUI è il coronamento di tutto ciò che hai desiderato. Il cuore batte all'impazzata, averlo vicinissimo, ammirarlo, vedere come arriva all'improvviso nell'acqua torbida e fredda non ha eguali. Emozione unica e indescrivibile. Alla conclusione della spedizione i dati raccolti riguardano 15 bianchi identificati e catalogati ai fini dello studio sul comportamento predatorio. 
Squalo Bianco - Mossel Bay - Sudafrica


Un'esperienza da ripetere al più presto, tanto è vero che ho chiesto ed ottenuto di partecipare anche alla XVII Spedizione svoltasi dal 2 al 12 aprile 2019 a Gansbaai, Sudafrica.

Per motivi di lavoro sono partito il giorno successivo e non con gli altri, parte dei quali avevo conosciuto nel mese di marzo al Briefing organizzato nella sede del Centro Studi Squali a Massa Marittima (GR), incontro nel quale Primo, oltre ad illustrare le finalità della spedizione, ha assegnato i vari compiti ai partecipanti.

Mossel Bay - Sudafrica
Il viaggio mi è sembrato più breve del previsto perchè avevo voglia di riprovare e rivivere quelle sensazioni, quelle emozioni vissute nella passata spedizione.

L'organizzazione è stata perfetta. Il soggiorno presso il Saxon Lodge di Gansbaai è stato molto piacevole. Dave e Carol ci hanno deliziati con il cibo e coccolati come se fossimo parte della famiglia. 
La Marine Dynamics ci ha supportati efficacemente in tutte le uscite per la raccolta dei dati.

D.Tripi mentre fotografa un bianco
PURTROPPO 8 SOLTANTO SONO GLI ESEMPLARI DI SQUALO BIANCO IDENTIFICATI E CATALOGATI

Al rientro dalle attività in barca, spesso la sera dopo cena, ci riunivamo tutti presso la sala riunioni del Saxon Lodge per l'analisi e l'organizzazione dei dati annotati sulle schede a cui seguivano le lezioni sulla biologia ed ecologia degli "elasmobranchi" e del grande squalo bianco in particolare tenute da Primo.


GLI EXTRA DELLA SPEDIZIONE

Le attività organizzate durante la spedizione non hanno riguardato soltanto il "Great White", abbiamo potuto anche effettuare uscite lungo la costa per lo snorkeling nel kelp, per i pijama sharks a De Kelders. Escursioni lungo la costa, questa volta a piedi, per una visita nella Riserva Naturale di Walker Bay del "Klipgat Cave" un sito famoso per la presenza di caverne preistoriche formatesi milioni di anni fa per l'azione erosiva delle falde marine.  
A Cape Town la visita guidata da Primo al Two Oceans Aquarium, situato al Victoria & Alfred Waterfront, preceduta qualche ora prima dall'emozionante incontro a Simon's Town con il più grande esperto al mondo di Squali, il Prof. Leonard Compagno.
L'incontro poi a Cape Aghulas con le pastinache seguita da una sosta nel punto più estremo dell'Africa dove si incontrano l'Oceano Indiano e l'Oceano Atlantico.
L'escursione in barca alle isole Dyer e Geyser Rock dove si stima siano presenti 60.000 esemplari tra leoni marini e pinguini. E sorpresa didattica per gli studenti, la dissezione effettuata da Primo di uno squalo bronzeo spiaggiato una settimana prima e messo a disposizione dalla Marine Dynamics.



Prima di concludere questo racconto vorrei evidenziare che il Centro Studi Squali, che con decreto n.17647 del 27 agosto 2018 del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo è stato riconosciuto Istituto Scientifico ai sensi dell'art. 27 del DPR n.1057/1976, non ha alcun finanziamento pubblico e che i risultati raggiunti ed i futuri traguardi sono esclusivamente il frutto della dedizione, della passione per il proprio lavoro del dr. Primo Micarelli e di tutti i volontari, studenti e non, che con la loro partecipazione alle varie spedizioni contribuiscono a sostenere anche economicamente il Centro Studi Squali,

E che dire dei mie compagni di avventura(passami il termine Primo). Un gruppo così eterogeneo ma così unito da un'unica forte passione. Abbiamo avuto la fortuna di condividere l'esperienza di incontrare LUI, il Grande Squalo Bianco. Porterò sempre nel mio cuore ogni momento vissuto insieme e chissà che non ci rincontreremo nuovamente.

Un ringraziamento particolare a Paola che con la sua discrezione, la sua presenza ha fatto si che tutto andasse nel migliore dei modi.

D.Tripi e P.Micarelli a bordo dello Slashfin
imbarcazione della Marine Dynamics
Un grazie a te Primo per l'opportunità che mi hai dato. La tua passione l'ho fatta mia e non ti mollerò tanto facilmente. Dovrai sopportarmi per un bel po'. Ho già fatto i bagagli per il Madagascar. A metà maggio infatti partiremo per lavorare ad un nuovo progetto del CSS sugli squali grigi

Seguite il CSS e i suoi canali social per saperne di più !














Commenti

Post popolari in questo blog

Sebastiano Sini elicotterista, dal mare della Sardegna a quello del Sudafrica per incontrare il Grande Squalo Bianco

IL DOCUMENTARIO SUL GRANDE SQUALO BIANCO DI J. COUSTEAU LA MICCIA CHE HA ACCESSO LA PASSIONE DI FRANCESCO

DAVIDE BONSIGNORE: LA SPEDIZIONE E’ STATA UN’ESPERIENZA COMPLETA ED APPAGANTE