CHIARA ROMANA BIOLOGA ALLA SUA OTTAVA ESPERIENZA CON IL CSS


CHIARA ROMANO BIOLOGA ALLA SUA OTTAVA ESPERIENZA CON IL CSS

Nome: Chiara
Cognome: Romano
Laurea: Biologia
Lavoro: veterana del Centro Studi Squali

Presentazione di Chiara Romano veterana responsabile per il CSS della fotoidentificazione.
Questa per me sarà la seconda spedizione didattica. Al mio attivo sono otto le spedizioni con il CSS, tra scientifiche e didattiche (includendo oltre al Sudafrica anche Gibuti per lo studio dello squalo balena). 
In questi lunghi anni di studio, grazie al Centro Studi Squali e ai fondatori (MICARELLI/SPERONE), le mie responsabilità non sono sempre state le stesse e nel tempo sono anche "cresciute".
Al di là degli aspetti legati alla raccolta dati il mio ruolo, data l'età e l'esperienza acquisita sul campo, si è esteso in qualche modo anche al supporto degli studenti. Mi sono resa conto che con la mia esperienza sono diventata una sorta di punto di riferimento per alcuni di loro. La ricchezza di una esperienza simile non è solo l'aspetto scientifico, ma è anche quello umano. Poter supportare i ragazzi trasferendo loro le proprie conoscenze, e talvolta fornire loro un supporto anche nel momento della scelta di un indirizzo di studio è un motivo di grande soddisfazione e di stimolo.
Questo scambio tra me e loro è fonte di motivazione ad andare avanti su questa strada su un progetto che va oltre l'attività di ricerca. Da queste spedizioni si sono create delle belle amicizie che si sono consolidate negli anni. E' molto gratificante seguire i progressi di studio di questi giovani studenti soprattuto perché con il loro impegno sul campo come volontari del CSS contribuiscono ad una più approfondita conoscenza di questo magnifico animale. Voglio ricordare che grazie all'Unità di Studio del Centro Studi Squali sono state discusse 40 tesi di laurea e attivati 4 dottorati di ricerca sul grande squalo bianco sudafricano.
credit: CSS
Dr. Chiara Romano

Ma veniamo al mio ruolo di biologa volontaria con il CSS, dal 2014 mi occupo di foto-identificazione (si tratta di fotografare la pinna dorsale degli animali per poi identificare i singoli individui che vengono poi registrati in un database), mi entusiasma molto questo impegno. Sono convinta che con il nostro lavoro (tutti volontari, senza fondi pubblici) stiamo contribuendo alla protezione di questa specie, stiamo attivamente muovendoci per salvaguardare un animale importantissimo, l'impegno che ci mettiamo deve essere totale. 

Come accennavo prima, ai ragazzi che ogni anno partono con noi cerco di trasmettere questo: la serietà e l'impegno a dare il massimo, e ad avere il coraggio di osare! Conosciamo tutti la realtà della ricerca in Italia, non ha vita facile come in altri paesi, nonostante questo in molti ci credono e vanno avanti nonostante le difficoltà. Per chi conosce ben l'inglese e soprattutto per chi vedo particolarmente appassionato, le mie parole sono sempre le stesse: "Punta dritto all'obiettivo finale, tienilo bene a mente, abbi anche il coraggio di andare via se serve, ma non ti arrendere mai".
La vita è solo una e per un sogno grande come il nostro vale la pena rischiare tutto, sino in fondo!

CHIARA ROMANO - BIOLOGA VETERANA DEL CSS



Commenti

Post popolari in questo blog

Sebastiano Sini elicotterista, dal mare della Sardegna a quello del Sudafrica per incontrare il Grande Squalo Bianco

DAVIDE BONSIGNORE: LA SPEDIZIONE E’ STATA UN’ESPERIENZA COMPLETA ED APPAGANTE

SUDAFRICA 2019: CARLOS OLIMPO VETERANO DELLE SPEDIZIONI SCIENTIFICHE DEL CSS